Leggi le ultime novità dal web

Google+: 5 cose da sapere sulle Community G+

Google+: 5 cose da sapere sulle Community G+

2 Febbraio 2013

Federica Agostini

SEO

Il lancio delle Community di Google+ ha ottenuto una discreta approvazione tra gli utenti del social network. Per chi non avesse familiarità, la Community Google+ da l’opportunità ai brand di assumere un ruolo attivo nell’interazione con gli individui in un ambiente molto simile ai forum di discussione. Le comunità possono essere iper-mirate per ogni nicchia o area di interesse, ma esistono anche gruppi di pensiero, in maniera piuttosto simile alle funzioni dei gruppi di Facebook.

Secondo Google, le Community Google+ servono per avviare conversazioni reali con persone reali e non devono essere semplicemente utilizzate per aumentare le opportunità di traffico al proprio sito. Tuttavia, il potere dei social network è esattamente questo, avvicinare consumatori e potenziali clienti in maniera più facile e più veloce che mai.

In questo post vedremo 5 importanti aspetti delle Community Google+ che possono permetterci di migliorare la SEO del nostro sito.

1. Creare un network e diffondere il proprio marchio

Le Community Google+ hanno tutte target di nicchia, ne consegue che chi partecipa sia estremamente interessato all’argomento. Postare su G+ informazioni riguardo alla propria azienda, condividere post dai blog, così come dialogare e discutere con i membri della community può diventare una miniera d’oro come fonte di nuovi contati e potenziali nuovi clienti.

2. Contatti influenti

Google+ è pieno di utenti ben informati, molti dei quali hanno un proprio sito web e sono attivi sui social media. Una volta che si iniziano a sviluppare relazioni social, dovrebbe diventare facile scoprire quali siano le voci più influenti del nostro settore. Queste persone (o aziende) dovrebbero essere il nostro primo target. Ad esempio, si possono stabilire rapporti di "guest posting" sui rispettivi blog. Condividere i nostri migliori contenuti con loro può essere un modo per far circolare la nostra voce e diffonderla anche su altri social network, come Facebook o Twitter.

3. Autorità assoluta

Le Community Google+ sono spesso utilizzate come piattaforme per domande e risposte, in cui le persone rivolgono domande agli esperti. Questa è l’opportunità di dimostrare che noi e la nostra azienda siamo l’Autorità Assoluta nella materia che trattiamo, fornendo risposte ponderate alle domande e, dove possibile, inserendo un link al relativo contenuto sul nostro sito o blog. E se sul nostro sito non è presente l’argomento in questione, allora può essere un’occasione per sviluppare nuove idee e pensare a nuovi argomenti da trattare. Se c’è una persona che fa una domanda, allora c’è buona possibilità che esista una parte del pubblico (nostro target) che si sta ponendo esattamente la stessa domanda. Possiamo utilizzare questo tipo di interazioni a nostro vantaggio, ascoltando ed imparando ciò di cui parlano le persone e quali sono le domande che si pongono.

4. Il contenuto delle Community è pubblico

Il contenuto postato sulle Community Google+ è pubblico di default, questo significa che è disponibile all’indicizzazione di Google nei risultati delle ricerche organiche. Questo elemento ha diversi effetti positivi sulla SEO. Oltre ad essere una possibilità di classificarsi nei risultati di ricerca per la query è anche un modo di contribuire alla scoperta e all’indicizzazione Google di nuovi contenuti. Assieme ai vantaggi dei contenuti sui quali è stato fatto +1, anche le Community possono consentire una crescita più veloce della nostra visibilità nelle ricerche organiche.

5. Le Community G+ sono semplici da creare

Se cerchiamo una Community vicina alla nostra attività e ci rendiamo conto che non è stata creata, allora possiamo prendere l’iniziativa e crearla noi stessi. Creare una Community Google+ è molto semplice, bastano un paio di minuti. Una volta creata la Community, l’unica cosa che rimane da fare è sedersi ed aspettare che qualcuno la trovi. Un’idea per accelerare i tempi però, può essere quella di comunicare su Google+, sul blog o sugli altri social network la creazione della nostra Community; così anche i nostri followers ed i lettori abituali saranno incuriositi a scoprire "cosa c’è di nuovo" sulla nostra Community Google+.

Dall’inizio, Google+ ha ricevuto molte critiche, ma ha sempre continuato a sviluppare nuove caratteristiche e nuove possibilità che rendono il servizio più efficace e semplice da usare. L’aggiunta delle Community è un nuovo servizio lanciato da Google e molto utile per le aziende di settore.

Ora che Google ci ha dato gli strumenti, siamo pronti ad iniziare quest’avventura?

  • Liberamente tratto e tradotto da Federica Agostini. Fonte: Clicz.com

New Com Web Srls - Via di Vigna Fabbri, 5 - 00179 Roma (RM) - C.F./P.Iva 13586351002 - REA: RM-1458775
Informativa sulla Privacy | Contatti